Ospitalità Temporanea

L’Assegnatario per iscritto, utilizzando la modulista preposta e scaricabile dal sito, dovrà chiedere all’ATER autorizzazione all’ospitalità temporanea specificando i motivi ed il tempo presunto corredando l’istanza con eventuali documenti giustificativi. L’Ater provvederà ad autorizzare, ove sia rispettato lo standard abitativo regionale così definito dalla L.R. 96/96 e qualora l’istanza dell’assegnatario scaturisca da obiettive esigenze di assistenza a tempo determinato o da altro giustificato motivo da valutarsi da parte dell’ente gestore, per poi trasmettere all’assegnatario l’autorizzazione rilasciata.

L’Azienda autorizza l’ospitalità per un periodo non superiore a due anni e prorogabile solo per un ulteriore biennio, ai sensi dell’art. 16 della L.R. 25 ottobre 1996 n° 96.

Si rende noto che tale disponibilità a titolo precario non ingenera alcun diritto al subentro e non comporta alcuna variazione di carattere generale.