Autogestioni

Gli enti gestori favoriscono e promuovono l’autogestione da parte dell’utenza dei servizi accessori e degli spazi comuni.

Per gli alloggi di nuova costruzione o recuperati, il contratto di locazione prevede l’assunzione diretta della gestione dei servizi da parte degli assegnatari.

Per gli alloggi già assegnati gli enti gestori realizzano il decentramento dell’attività di gestione dei servizi entro tre anni dall’entrata in vigore della presente legge. Fino al momento dell’effettivo funzionamento delle autogestioni gli assegnatari sono tenuti a rimborsare agli enti gestori i costi diretti ed indiretti dei servizi erogati, secondo acconti mensili e conguagli annuali, su rendiconto redatto dall’ente.

Gli assegnatari che si rendono morosi verso l’autogestione sono considerati inadempienti agli obblighi derivanti dal contratto di locazione.

L’ente gestore ha l’obbligo di estendere l’autogestione alla piccola manutenzione accreditando agli organi dell’autogestione una parte non superiore al 30% della quota di canone destinata alla manutenzione.