Acquisto dell'alloggio

L’alienazione degli alloggi di edilizia residenziale pubblica è disciplinata dalla Legge 24/12/1993 n. 560. L’ATER comunica agli assegnatari l’inserimento del loro alloggio nel Piano di vendite autorizzato dalla Regione Abruzzo comunicando altresì le condizioni previste per l’acquisto.
Possono acquistare l’alloggio, qualora questo rientri tra quelli posti in vendita dall’ATER, gli assegnatari o i familiari conviventi che conducano un alloggio a titolo di locazione da più di cinque anni e non siano in mora con il pagamento dei canoni e delle spese all’atto della presentazione della domanda di acquisto. In caso di acquisto da parte dei familiari conviventi è fatto salvo il diritto di abitazione in favore dell’assegnatario.
Condizioni. Il prezzo al quale l’ATER cede l’alloggio è determinato moltiplicando per cento la rendita catastale determinata al momento della stipula. Su tale importo si applica uno sconto dell’1% per ogni anno di anzianità dell’alloggio, fino ad un massimo del 20%.
Procedura. Gli Uffici dell’ATER verificano il possesso da parte dei richiedenti/acquirenti dei requisiti prescritti dalla legge e predispongono tutta la documentazione tecnica necessaria al notaio scelto dall’acquirente per la redazione dell’atto pubblico di compravendita che verrà stipulato presso la sede dell’ATER.
L’assegnatario richiedente deve produrre:
• Adesione alla proposta d’acquisto;
• Autocertificazione attestante la non titolarità di beni immobili (edifici);
• Concessioni comunali a sanatoria e accatastamenti di eventuali opere abusive.
Modalità di pagamento: L’assegnatario acquirente può scegliere tra due modalità di pagamento: quella in un’unica soluzione e quella rateale. Se paga in un’unica soluzione ha diritto ad uno sconto del 10% sul prezzo di cessione. Se invece sceglie la forma di pagamento rateale, anticipando il 30% del prezzo al momento dell’acquisto, potrà corrispondere l’importo residuo in un massimo di 15 anni al tasso di interesse pari a quello legale.

Modello di Domanda